Per l'uso delle calzature di sicurezza e l'esatta individuazione del modello è indispensabile tenere presenti le seguenti disposizioni di legge:

Per il fabbricante D.Lgs. 475/92 (direttiva europea recepita89/686/CEE con le relative modifiche 93/48/CEE e 93/95/CEE) 

Per l'utilizzatore D.Lgs.626/94 e D.Lgs. 242/96 Con tali decreti si fa obbligo di produzione e uso di calzature di sicurezza, protezione e lavoro classificate DPI secondo la norma UNI EN 344, 345, 346, 347 con il contrassegno CE.

A partire dal 6 ottobre 2005 a seguito della decisione della commissione europea sono entrate ufficialmente in vigore le nuove normative per i dispositivi di protezione individuale, fra cui le CALZATURE DI SICUREZZA, CALZATURE DI PROTEZIONE E CALZATURE DA LAVORO PER USO PROFESSIONALE.

sigle caratteristiche

Nuove norme e relativi requisiti

EN ISO 20344:2004

EN ISO 20345:2004 (EX 345) calzature di sicurezza da lavoro con puntale di protezione da urti o schiacciamento fino a energia di 200 Joule.

EN ISO 20346:2004 (EX 346)calzature di sicurezza da lavoro con puntale di protezione da urti o schiacciamento fino a energia di 100 Joule.

EN ISO 20347:2004 (EX 347) calzature da lavoro senza puntale di protezione da urti o schiacciamento.

norma e requisito

Torna al prodotto Torna alla Categoria